La culla dello stile barocco

Il Municipio storico di PalermoLa Sicilia, una delle regioni più famose per la cordiale accoglienza che riserva ai suoi ospiti, per il mare trasparente che la circonda e per la gastronomia locale eccellente, dispone di incommensurabili ricchezze artistiche, architettoniche e culturali.

L’isola si racconta attraverso palazzi e chiese

Dalla cittadina di Erice, che sorge sul monte omonimo. con il suo incantevole centro medievale, a Catania con i palazzi ed i monumenti di epoche diverse; da Piazza Armerina, emblema del barocco siciliano con i suoi antichi palazzi e le chiese, a Noto, con lo scenario di fregi barocchi, palazzi nobiliari e chiese; da Messina con il porto a forma di falce e il Duomo in stile normanno, a Palermo, capoluogo siciliano di remote origini: la Sicilia narra attraverso il suo patrimonio artistico ed architettonico la storia delle tante dominazioni che l’ isola ha subito.

Palermo, città dallo splendore antico

Nel ripercorrere le strade di Palermo alla ricerca degli splendori dell’epoca normanna e sveva e della fastosità barocca del periodo spagnolo, non ci si può esimere dall’ammirare le meraviglie che offrono la Cattedrale di Palermo, affascinante emblema della fusione e sovrapposizione di diversi stili architettonici di epoche differenti; la Chiesa di Santa Maria dell’Ammiraglia, una delle più belle chiese della Sicilia e la Chiesa di San Giovanni degli Eremiti con le rosse cupole dall’aspetto arabo. Per coloro che amano lo stile barocco si impone poi un percorso che preveda la visita di Fontana Pretoria e Piazza Pretoria, chiamata anche la Piazza della Vergogna a ragione delle nude statue bianche che rappresentano alcune divinità pagane; dei Quattro Canti, la piazza ottagonale esposta al sole dell’alba e del tramonto; della Chiesa ed il Chiostro di Santo Domenico, la dimora seicentesca della famiglia dei Filangeri, Palazzo dei Principi di Mirto e delle incantevoli ville in stile barocco di Bagheria.

Immagine: pixabay.com – Palermo

Similar Posts: